L’ultimo segreto di Paganini: il thriller storico di Davide Lazzeri

L'ultimo segreto di Paganini

Pagine: 287
Genere: Thriller storico
Editore:
E-stories
Anno di pubblicazione: 2020
Link per l’acquisto: L’ultimo segreto di Paganini su Libraccio

Tutti ormai  pensano che sia vera la storia che racconta il poeta  Heine, ovvero che Paganini, dopo essere finito in prigione a Genova per aver pugnalato a morte la sua fidanzata, si è venduto al diavolo per uscirne, imparare a suonare il violino e spillare soldi al pubblico. Nessuno crede alla testimonianza firmata che sostiene che il maestro non si macchiò mai di omicidio né passò così tanto tempo, come si dice nelle patrie galere. 

Eventi che s’incastrano perfettamente, nello spazio e nel tempo, frammenti che nascondono terribili verità, elementi biografici e storici: finzione, verità, leggenda.
Davide Lazzeri, al suo esordio letterario, ci trascina in un universo ignoto, in cui mentire e celare rappresentano la chiave di lettura a una narrazione dai ritmi sempre calzanti. Ne “L’ultimo segreto di Paganini”, edito da e-stories, l’autore ci fa strada su piani temporali differenti, mai eccedendo, mai annoiando.

Nel 2012, mentre a Genova vengono barbaramente massacrati due studiosi di musica, a seguito di una straordinaria scoperta, a Shanghai un luminare della chirurgia ricostruttiva viene ricattato e costretto a eseguire interventi pericolosamente innovativi. Nel 2013, un famoso scienziato newyorkese scompare improvvisamente e a Parigi, intanto, ricompaiono i cadaveri mutilati di un gruppo di giovani violinisti russi rapiti l’anno precedente. È la scienziata Claire Coriner a dare inizio alle indagini che l’accompagnano in tutta Europa tra crimini, depistaggi e circostanze sempre poco chiare. Scoprirà ben presto che ogni accadimento è legato all’ultimo giorno di vita di Niccolò Paganini, nel 1840, e alle sue composizioni in violino.

Siamo di fronte a un thriller storico carico di scienza e di storia in cui Lazzeri, avvalendosi del suo background professionale, ci rende partecipi di numerose scoperte mediche, mostrandoci al contempo particolari teorie sul potere della musica. Scopriamo intrecci crudeli nella vita del musicista più abile e controverso della storia, e il suo lato più oscuro. Resta la musica, ossessione e tortura, ad essersi annidata nella mente del violinista e la narrazione nasce proprio dal ritrovamento di un suo inedito: la melodia sembra essere in grado di cancellare il dolore dalla mente di chi la ascolta, ma deve essere eseguita solo con il violino originale del grande maestro.

L’espediente narrativo è notevole e la penna di Lazzeri mostra di sapersi muovere, da una pagina all’altra, senza alcuna costrizione, fluidamente, arricchendoci di personaggi, luoghi e storie.

La tempesta è un’orchestra che accompagna la melodia, che trascina l’allievo e il figlio in uno stato di confusione mentale. La gente esce dalle case e si raduna sotto la finestra da cui nasceva il suono come fosse guidata da una forza sovrumana che continua a bisbigliare “vieni a me”.

L’Autore

Davide Lazzeri è uno specialista in Chirurgia Plastica ed Estetica e svolge la sua attività professionale a Roma. Ha pubblicato numerose monografie sulle malattie degli artisti e, più in generale, nell’arte. È autore di oltre 170 pubblicazioni scientifiche su riviste specialistiche internazionali e di numerosi capitoli per libri sulla chirurgia plastica.

Commenta
Share:
Written by Benedetta Ferrara
Giornalista. Vivo a Melbourne, Australia. Racconto le mie letture, esploro la mia memoria. Nel tempo libero inseguo il mare. La gentilezza e la ricerca della verità sono i miei valori assoluti.