La fantasia, il coraggio, il valore: Anne di Tetti Verdi di Lucy Maud Montgomery

Anne di Tetti Verdi

Pagine: 320
Genere: Narrativa
Editore: Lettere Animate Editore
Data di pubblicazione dell’edizione: 2018
Link per l’acquisto: “Anne di Tetti Verdi” su Libraccio

Oh, sembra così meraviglioso il fatto che stia venendo a vivere con voi e che sarò una della vostra famiglia. Non sono mai appartenuta a nessuno… non veramente.

Tra i romanzi classici più affascinanti, in una nuova versione a cura di Enrico De Luca, “Anne di Tetti Verdi” di Lucy Maud Montgomery ripercorre delicatamente l’alternarsi delle stagioni, l’imperversare dei cambiamenti, l’amicizia, la crescita.

Davanti ai miei occhi è scoppiata l’immagine di una giovane donna incredibilmente energica, saggia: Anne è una sognatrice, ama la vita e ne abbraccia ogni sfumatura. È un’avida lettrice, una fonte inesauribile di citazioni, un’avventuriera.

Scritto tra il 1904 e il 1905 e pubblicato da L.C. Page & Co. di Boston nel 1908, dopo diversi rifiuti editoriali, “Anne di Tetti Verdi” è il racconto di un’orfana, Anne Shirley, un personaggio dai tratti caratteristici della letteratura inglese, da Oliver Twist a David Copperfield fino a Jane Eyre, come ci tiene a sottolineare lo studioso De Luca nella sua introduzione, adottata dai fratelli Cuthbert, Matthew e Marilla, che riusciranno presto ad amarla e ad accoglierla come parte della famiglia.

L’opera è un perfetto connubio di immagini reali – il ritratto della vita rurale canadese nei primi anni del XX secolo – e sentimenti tanto sinceri quanto tangibili. Nella narrazione, inoltre, non vengono trascurate tematiche necessarie come l’indifferenza verso l’educazione femminile e il diverso ruolo delle donne nella società: la lettura ci lascia riflettere, pagina dopo pagina.

Non è splendido pensare a tutte le cose che ci sono da scoprire? Mi fa sentire così felice di essere viva… il mondo è talmente interessante. Non sarebbe interessante neanche la metà se conoscessimo già tutto, vero? Non ci sarebbe spazio per l’immaginazione poi, no?

Anne è forse uno dei personaggi letterari che amo di più; la sua sensibilità, la sua capacità di cacciarsi nei guai, la fantasia, il coraggio e la determinazione nell’inseguire i suoi sogni: ogni dettaglio della sua personalità mi accoglie dolcemente.

In questa bellissima edizione di Lettere Animate Editore, oltre alla precisione letteraria in ogni singola parola adottata, estremamente interessanti sono anche le note a piè pagina di cui Enrico De Luca ci ha fatto dono, stimolanti per approfondire i numerosi riferimenti storici e letterari presenti nel testo.
Una storia che fa bene al cuore, che mi ha lasciato sorridere. Un’opera di straordinaria bellezza.

Ci sono tante Anne differenti in me. A volte penso che sia per questo motivo che sono una persona tanto problematica. Se fossi una Anne soltanto, sarebbe molto più comodo, ma non sarebbe interessante neanche la metà.

L’autrice
Nata a Clifton (isola del Principe Edoardo) nel 1874, Lucy Maud Montgomery è autrice di numero considerevole di titoli, fra racconti brevi, componimenti poetici, romanzi e saggi. Dei ventuno romanzi, oltre ai nove che compongono la saga di Anne, si ricordano la trilogia scritta tra il 1923 e 1927 e dedicata a un’altra orfana, Emily (Emily of New Moon, Emily Climbs e Emily’s Quest) e ancora Kilmeny of the Orchard, The Story Girl e The Blue Castle.

Commenta
Share:
Written by Benedetta Ferrara
Giornalista. Vivo a Melbourne, Australia. Racconto le mie letture, esploro la mia memoria. Nel tempo libero inseguo il mare. La gentilezza e la ricerca della verità sono i miei valori assoluti.